S. Teresa, da aprile la raccolta rifiuti passa all’Ato

SANTA TERESA DI RIVA – Giovedì 15 marzo assemblea dei sindaci dell’Ato 4 con all’odg dieci argomenti, tra cui la riduzione del piano d’ambito e la determinazione della pianta organica, mentre dal primo aprile la gestione dei rifiuti a Santa Teresa di Riva passerà all’Ato. La convenzione è stata firmata nel corso di una conferenza dei servizi, dal commissario straordinario  Nino La Mattina per il comune di Santa Teresa di Riva e dal presidente dell’Ato 4 Leonardo Racco, alla presenza del rappresentante della società Amia che ha in appalto la gestione e delle rispettive delegazioni tecniche che hanno materialmente provveduto agli adempimenti burocratici così come stabilito dalla giunta Lo Schiavo con la delibera n. 125 del 3.8.2006 che era bloccata per alcuni ricorsi al Tar. Fino al 31 marzo la pulizia delle strade sarà affidata con un mini appalto ad una impresa di servizi. La storica firma, come l’ha definita il commissario La Mattina, sigla un accordo che allevierà le casse comunali di molti oneri, ma è destinata ad incidere sulle tasche dei cittadini che dovranno coprire con le tariffe tutti i costi del servizio. Per intanto sono stati trasferiti all’Ato undici dipendenti (Paolo Palella, Carmelo Perrone, Carmelo Rosani, Filippo Triolo, Antonino Trovato, Marcello Alligo, Angelo Fichera, Carmelo Lo Giudice, Luciano Manzi, Moschella Rita, Floresta Carmelina), risorse tecniche per 120 mila euro, finanziarie per 300 mila euro, la titolarità di due contratti con la Pulysistem di Cosimo Trimarchi per il recupero dei beni durevoli e per la raccolta differenziata con scadenza agosto 2007 e aprile 2008. Passa all’Ato anche la gestione della discarica di contrada Ligorìa con un protocollo di intesa che prevede l’assunzione a carico dell’Ato del mutuo in corso ed il pagamento al comune di un indennizzo per la cessione di questo ramo d’azienda. Infine, ultimo codicillo non meno importante degli altri, e cioè la sottoscrizione dell’impegno da parte del comune di Santa Teresa di Riva di riassumere il personale oggetto di trasferimento. In conseguenza di tali transiti la pianta organica del comune scende a 70 posti occupati da dipendenti a tempo indeterminato, 32 a tempo determinato ed un Lsu, a fronte di una dotazione organica determinata con delibera n. 126 di 92 dipendenti. I posti vacanti, quindi, sono 22.

Leave a Response