Messina. Marittimi Rfi, terzo giorno di protesta

MESSINA – Continua per il terzo giorno consecutivo la protesta dei 40 marittimi, dipendenti di Rfi, che hanno occupato i locali della dirigenza navigazione della stazione Marittima di Messina per protestare contro le scelte di Rfi di adottare sulle navi operanti nello Stretto tabelle di armamento con 7 lavoratori invece che 10 nei mezzi più piccoli, e di 10 lavoratori invece che 12 nelle navi grandi. I marittimi protestano poi anche per la continua dismissione operata nella flotta delle navi dello Stretto da Bluvia Rfi che potrebbe portare ad ulteriori tagli di posti di lavoro, e per l”adozione da parte delle Ferrovie di pagamenti per i precari ad ogni singolo “viaggio” sulle navi. I marittimi, insieme alle loro famiglie, hanno dormito ancora una volta all”interno dei locali della stazione Marittima e una delle lavoratrici.

Leave a Response