Taormina. Videopoker illegali, multe per 100mila euro

TAORMINA – Una massiccia attività di contrasto al gioco d’azzardo ed illegale, con particolare riferimento agli apparecchi da intrattenimento e divertimento, è stata portata a termine dai militari del Comando provinciale della Guardia di finanza in vari locali della città e della provincia. Impegnati nel servizio decine di militari.
Obiettivo primario degli uomini del colonnello Decio Paparoni quello di assicurare, così come si legge in un comunicato stampa diffusa dagli stessi investigatori, «la trasparenza del gioco mediante la verifica di conformità alle prescrizioni normative degli apparecchi e delle loro modalità di funzionamento».
In tale contesto la Guardia di finanza ha eseguito, con il coinvolgimento anche della tenenza di Taormina e della Brigata di Alì Terme, una serie di controlli in locali adibiti a sale giochi, circoli ricreativi e bar. Particolare attenzione è stata posta anche alle attività che operano nei Comuni della provincia ionica.
Il servizio, che si è concluso nei giorni scorsi al termine di settimane di attività preventiva e repressiva, ha portato, in 11 casi, all’accertamento di varie irregolarità, con la contestazione ai responsabili dei locali aperti al pubblico, o riservati ai soci tesserati, di violazioni amministrative per oltre 100.000 euro. Sotto sequestro, nell’àmbito degli stessi servizi, sono finiti 14 videopoker (le macchinette consentivano vincite in denaro), 35 slot machines illegali ed un videogioco inserito nella lista dei giochi fuorilegge il cui elenco è stato recentemente pubblicato dai Monopoli di Stato.
Alla Procura della Repubblica gli uomini delle Fiamme gialle hanno complessivamente denunciato sette persone ritenute responsabili di aver agevolato il gioco d’azzardo. Accertata, infine, in diversi casi, la mancanza della necessaria licenza di pubblica sicurezza, indispensabile per esercitare l’attività di sala giochi.

Leave a Response