Messina. Neonato morto al Policlinico, aperta inchiesta

MESSINA – Il sostituto procuratore di Messina, Claudio Onorati, ha aperto un’inchiesta sulla morte di Francesco, il bimbo di sei mesi deceduto lo scorso 22 febbraio al Policlinico di Messina dopo un’operazione d’urgenza per correggere una occlusione intestinale  Ieri i genitori del neonato hanno depositata all’Ufficio ricezione atti di Palazzo Piacentini una denuncia in cui si chiede che venga valutata «la correlazione e, per quanto in questa sede rilevante, la sussistenza di nesso di causalità tra l’intera attività medica, diagnostica, terapeutica, chirurgica e comunque di tutte le attività poste in essere, così come svolta, diretta ed eseguita da tutti coloro i quali a diverso titolo siano intervenuti, o avrebbero dovuto intervenire, e l’evento prodottosi».
Francesco, figlio di un noto imprenditore cittadino e di una funzionaria del ministero della Giustizia, è deceduto alle due del 22 febbraio scorso al Policlinico nel Reparto di terapia intensiva neonatale dopo due interventi chirurgici d’urgenza.
I suoi problemi – raccontano i genitori nella denuncia –, sono iniziati a dicembre scorso con la comparsa di febbriciattola e di macchie cutanee rossastre sul viso. Sintomi che sono stati sottovalutati – a loro dire –, dal pediatra di famiglia che avrebbe rifiutato anche più volte visite domiciliari, anche quando la febbre era arrivata a 40 gradi.
 I fnitori hanno chiesto anche il sequestro della cartella sanitaria.

Leave a Response