Nizza. Cassaforte lasciata aperta, scatta l’allarme

NIZZA DI SICILIA – La cassaforte lasciata inavvertitamente aperta da qualcuno degli impiegati ha fatto scattare ieri sera, dopo le 20, il piano d’emergenza  perché si era pensato ad un furto alla banca ‘’Unipol’’, i cui locali si trovavano alla periferia nord di Nizza di Sicilia, a pochi metri dalla stradina che conduce alla stazione ferroviaria. Tutto è iniziato nel momento in cui nella sala operativa dei metronotte, a Messina, le sofisticate apparecchiature hanno segnalato che il forziere risultava aperto. Sul posto è arrivata immediatamente un’auto con due guardie giurate, che si trovavano in zona in servizio. Pistole in pugno hanno aperto con le chiavi in loro dotazione l’ingresso e poi la ‘’bussola’’ che dà nei locali dell’istituto di credito. Una volta dentro si sono subito accorti che la cassaforte era aperta e ciò li ha insospettiti ma dopo aver perlustrato attentamente gli uffici si sono resi subito conto che l’allarme si era innescato automaticamente. Dunque, nessun tentativo di furto. Poco sono arrivati anche i carabinieri della caserma di Alì Terme. Poi, per avere una ulteriore conferma che si era trattato di un falso l’allarme, è arrivato in banca uno degli impiegati che ha controllato i registri contabili della giornata e le cassette portavalori custodite nella cassaforte. Tutto a posto. Lo scorso novembre  l’’’Unipol’’ di Nizza Sicilia era stata oggetto di un furto con il sistema del ‘’buco’’ praticato in una parete all’altezza dell’ufficio del direttore. Ai malviventi fruttò un bottino di circa 80 mila euro.

Leave a Response