Taormina, i Salesiani punto di riferimento dei giovani

TAORMINA – Il sindaco, Carmelantonio D’Agostino, presenzierà al Convegno dei Salesiani di Taormina sul tema: “L’impegno degli ex allievi”, che si svolgerà domenica 4 marzo nel cine teatro dell’oratorio “S. Giorgio”. “Sarò presente – dice il primo cittadino – come ex allievo ma anche per testimoniare l’importanza che la presenza dei salesiani a Taormina ha ancora oggi, dopo quasi 100 ani d’attività. L’oratorio di salita Acropoli è una realtà alla quale fanno riferimento i giovani taorminesi”.
“Alla manifestazione – dice il presidente degli ex allievi, Salvatore Lo Re – parteciperanno il presidente mondiale degli ex allievi, Francesco Muceo, il tesoriere mondiale, Ninì Cubeta, il delegato ispettore Don Enzo Giammello, ed il presidente della federazione Ispettoriale Sicula, Giovanni Costanza. Il convegno 2007 sarà l’occasione per riflettere sul significato degli eventi che richiedono ai laici-cristiani di riflettere sul loro impegno nel sociale”.
La storia dei salesiani a Taormina inizia il 5 agosto del 1910 quando l’allora parroco Giovambattista Marziani decise di sollecitare la presenza dei seguaci di Don Bosco per seguire la gioventù taorminese che, a suo dire, non era positivamente inserita nell’allora nascente economia turistica. “Temi questi che – aggiunge Lo Re – torneremo a rileggere parlando del ruolo della famiglia salesiana di fronte al disagio giovanile, il mondo dell’educazione l’impegno socio-politico”. <br />

Leave a Response