S. Teresa, Paolo Turiano si propone candidato sindaco

SANTA TERESA DI RIVA – Dopo gli squilli di tromba del centrosinistra che ha annunciato l’intenzione di proporsi agli elettori con una propria lista ed un proprio candidato (che verrà scelto nelle primarie, a meno che non siano tutti d’accordo sulla candidatura di Paola Rifatto), anche il centrodestra si fa sentire. Ieri l’avv. Paolo Turiano Mantica ha deciso di uscire allo scoperto confermando le indiscrezioni che circolavano in città da qualche settimana, cioè la sua disponibilità a candidarsi a sindaco di Santa Teresa di Riva, dopo che la candidatura gli è stata offerta da alcuni gruppi politici e rappresentanti della società civile che hanno deciso di sostenerlo.
Turiano è stato consigliere comunale dall’80 all’85, vice sindaco dall’81 all’85, assessore provinciale, prima al contenzioso e poi all’agricoltura, dall’85 al ’90. Dopo di che si è messo, per così dire, alla finestra, dedicandosi alla squadra di calcio dello Sportinsieme, seguendo, però, sempre da vicino, le vicende amministrative della città in cui è nato 59 anni fa. È tornato sulla scena nel 2003 sostenendo la candidatura di Alberto Morabito, ma dopo le sue improvvise dimissioni quattro mesi dopo la cavalcata vincente che ha portato il medico di Porto Salvo sulla poltrona più alta di Palazzo Municipio, ha preferito fare nuovamente un passo indietro. Anche se nel 2004 ha ricevuto e rifiutato più volte l’offerta di candidarsi.
Intanto non arriva il commissario straordinario. A quanto pare il designato Mario La Mattina ha rinunciato all’incarico per cui l’assessore per le Autonomie locali avrebbe pescato dalla rosa il nome di Pietro Fina, che è stato già commissario ad acta a Santa Teresa di Riva alla fine del 2003. In attesa della ufficialità e, sopratutto dell’insediamento, le “sorti” del governo cittadino sono in mano al vice sindaco Gaetano Maggioloti e alla Giunta.

Leave a Response