Taormina, a confronto 500 scienziati di tutto il mondo

TAORMINA – Più di 500 scienziati di tutto il mondo parteciperanno a Taormina ad un Conferenza internazionale organizzata dalla Comunità Europea per il 18 febbraio. Tema dell’incontro: i recenti progressi delle metodologie nel campo della spettrochimica al plasma applicate al controllo degli alimenti, all’ambiente, al nucleare, all’impatto dei nuovi combustibili sull’effetto serra e sui cambiamenti climatici, alle ricerche mediche e biologiche, all’agricoltura sostenibile, alle tecniche per la protezione e conservazione dei reperti artistici ed archeologici (restauro, datazione, origine), ed infine alle analisi forensiche per combattere il terrorismo e proteggere i cittadini. “La scelta di una Direzione dell’UE di Taormina come sede di un incontro di questo livello – dice il sindaco, Carmelantonio D’Agostino – conferma la qualità dell’offerta turistica e di strutture della nostra città. Vuol dire che abbiamo tutte le caratteristiche, per quanto riguarda l’ospitalità e l’organizzazione, per ospitare convegni di grande livello. Insomma, Taormina resta punto di riferimento per quanti organizzano manifestazioni di questo tipo e di questa levatura”. “Era questo un dato che – aggiunge l’assessore al Turismo, Salvo Cilona – nel, corso della recente Fiera del Turismo congressuale, avevamo avuto modo di registrare. Quello della convegnistica, quindi, è un settore che il nostro apparato turistico deve continuare a seguire”. L’incontro scientifico è organizzato, a 50 anni dalla firma del Trattato di Roma, dalla Commissione Europea, dal Centro Comune di Ricerca, dall’Istituto degli Elementi Transuranici. Collaborano all’iniziativa l’Istituto Superiore di Sanità e l’Università di Cincinnati (USA), con il patrocinio del Comune stesso e della Provincia di Messina. Il Centro Comune di Ricerca,  è una Direzione generale della Commissione Europea ed ha il compito di fornire sostegno tecnico e scientifico allo sviluppo ed al controllo delle politiche dell’Unione Europea. E’, inoltre, centro di riferimento, per gli Stati membri dell’UE per le questioni di carattere scientifico e tecnologico. La Conferenza sarà ufficialmente aperta, con una cerimonia ufficiale, domenica 18 Febbraio dal Sindaco di Taormina, dott. Carmelantonio D’Agostino e dai Prof. Maria Betti, Presidente della Conferenza, e Prof. Joe Caruso, co-Presidente. Sede dei lavori il Palazzo dei Congressi dove, sino al 23 febbraio, sono previsti corsi e dibattiti scientifici e si confronteranno scienziati di fama mondiale su temi d’attualità e d’interesse globale, quali il terrorismo, la situazione climatica, la difesa dell’ ambiente. Durante la cerimonia di apertura della conferenza il Prof. Ramon Barnes, (Istituto di Ricerca di Chimica Analitica – Amherst, USA) presenterà in una plenaria la storia e la scienza della spettrochimica al plasma. Successivamente, sarà assegnato al Prof. Klaus Heumann il premio “European Award on Plasma Spectrochemistry”, offerto sin dal 2003 dalla ditta Agilent, per il suo contributo alla ricerca nel campo ambientale e biologico. Alla fine della cerimonia, è prevista una conferenza stampa degli organizzatori e delle autorità locali.

Leave a Response