Itala. Il sindaco Antonino Crisafulli si ripresenta

ITALA – L’opinione pubblica italese comincia a seguire con vivo interesse la fase preparatoria delle liste che fra un paio di mesi saranno impegnate nella consultazione elettorale per l’elezione del sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale. Ancora si sconoscono i nominativi degli avversari dell’avv. Antonino Crisafulli, sindaco uscente, e gli schieramenti che figureranno ai nastri di partenza perché non è facile penetrare nella fitta cortina di riserbo che circonda l’ambiente degli addetti ai lavori. Allo stato attuale una sola cosa è certa: il sindaco in carica, su pressante sollecitazione di alcuni suoi fidati collaboratori, ha dichiarato di riproporsi al cospetto dell’elettorato, però con uno schieramento di sostegno del tutto rinnovato rispetto al precedente, nel quale dovrebbero trovare posto nuovi elementi pronti ad accettare i metodi di gestione e i programmi avviati dalla passata amministrazione.
Nelle forze d’opposizione, che ormai nel centro ionico in questo scorcio di legislatura sono divenute maggioranza, potendo contare su ben otto consiglieri su dodici, stante fonti bene informate, si lavora per concretizzare delle solide intese, convinte di estromettere dalla poltrona il sindaco Nino Crisafulli. In questa coalizione però esisterebbero due correnti. Una vorrebbe proporre come primo cittadino Antonio Miceli, medico messinese, ex vicesindaco del Comune che recentemente per delle «scorrettezze politiche», è stato defenestrato dall’incarico. Per il dott. Miceli essere designato antagonista del suo ex amico Crisafulli, potrebbe avere un significato particolare.
Di ben altro avviso invece è l’altra frangia, che vorrebbe proporre come leader dello schieramento il dott. Sebastiano D’Angelo, un elemento molto quotato e con un buon seguito di sostenitori, che nella passata competizione amministrativa è stato battuto dal duo Miceli-Crisafulli per soli cinque voti di differenza.

Leave a Response