Calcio, Messina-Catania si giocherà a porte chiuse

MESSINA – Il derby di domenica prossima Messina- Catania si giocherà a porte chiuse. La decisione è stata presa oggi a conclusione del sopralluogo alla stadio S. Filippo della Commissione provinciale di vigilanza per gli spettacoli pubblici. Il vicepresidente del Messina, Vincenzo Franza non ha, ovviamente, condiviso il provvedimento ed ha inviato una nota al ministro dell’Interno e all’Osservatorio per le manifestazioni sportive nella quale fa rilevare: “C’è stata negata la possibilità di giocare il derby a porte aperte per problemi burocratici. Alla luce delle risultanze della riunione tenutasi in data odierna in Prefettura nel corso della quale è stato acclarato che il San Filippo è uno stadio a norma – sostiene Franza –  informo che la società chiederà che venga rivista con urgenza la deliberazione della Commissione Provinciale di Vigilanza per gli spettacoli pubblici. A tal proposito – ha concluso Franza – vi annuncio che abbiamo mandato un telegramma al ministro dell’Interno, all’Osservatorio per le manifestazioni sportive e al capo della Polizia per chiedere delucidazioni”.
Anche il sindaco Francantonio Genovese commentando la decisione di disputare la partita a porte chiuse ha detto che si tratta di “un balletto poco gratificante di responsabilità dal quale si evince poco rispetto per i messinesi. Messina ha uno stadio perfettamente agibile, ma sono stati rilevati dei problemi di non facile lettura. Se hanno deciso di far giocare Messina-Catania a porte chiuse per motivi di ordine pubblico che ce lo dicano. Dico tutto questo pur condividendo i provvedimenti varati dal Governo in tema di lotta alla violenza negli stadi”. 

Leave a Response