L’impresa: la traversata dello Stretto su una fune

MESSINA – L’impresa del cinese Adili Wuxiuer, funambolo di fama mondiale che ha più volte battuto il record di permanenza su filo e che ha scelto la traversata dello Stretto di Messina, con un filo tra i due piloni come prossima impresa a settembre, è stata ufficialmente presentata stamani nel corso di una conferenza stampa nel salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, sede del Comune di Messina che patrocina, con il Comune di Villa San Giovanni ed il Ministero degli Affari Esteri, l’iniziativa. L’incontro di presentazione si è tenuto a conclusione del programma di preparazione ed incontri che l’artista cinese ha avuto in questa settimana, in vista dell’impresa di settembre. Alla presentazione alla stampa oltre ad Adili Wuxiuer hanno partecipato il sindaco di Messina, Francantonio Genovese; il sindaco di Villa San Giovanni, Rocco Cassone; l’assessore alla cultura, Francesco Gallo; il produttore di Eskimosa, Carlo Cresto-Dina e l’ingegnere Paolo Stellati, Team Engineering SpA. La città di Messina – ha detto il sindaco Francantonio Genovese – ha accolto con entusiasmo l’idea di sostenere il progetto “Dawaz: la fune sul mare”, percependo immediatamente l’alto valore simbolico rappresentato dalla sfida di Adili, lo spessore culturale del film che ne racconta l’impresa e l’indiscutibile richiamo turistico esercitato da un evento di tale portata. Adili Wuxiuer, come un novello Ulisse, è pronto a misurarsi con lo Stretto di Messina, i suoi venti e le sue mille insidie. Lo farà con gli occhi del mondo puntati addosso, ma soprattutto con la partecipazione ed il sostegno della gente di Messina, che finirà con l’identificarsi nel sogno di questo piccolo grande uomo venuto da un Paese lontano. “Dawaz: la fune sul mare”, non è solo il racconto di un’ impresa. E’ anche – direi soprattutto – un modo originale per raccontare al mondo la gente, i luoghi, i colori dello Stretto di Messina. E’ un atto d’amore verso la sua città del giovane e talentuoso regista messinese Domenico Distilo. Con tale iniziativa Messina intende riproporsi come meta turistica, luogo di incontro di culture e saperi, città capace di credere nei sogni e di contribuire a realizzarli. Il Comune di Messina ha aderito al progetto della realizzazione del film Dawaz: la fune sul mare, legato all’impresa di Adili Wuxieur che l’Eskimosa, società del gruppo Effe 2005- Finanziaria Feltrinelli-spa, produrrà con Rai Cinema per documentare la vicenda e lo studio necessario a compierla. Dawaz: la fune sul mare, è un film documentario che racconta un’impresa unica, mai tentata prima: il più grande funambolo del mondo attraverserà sul filo lo Stretto di Messina. Per Domenico Distilo, che ne firma la regia, è uno sguardo che abbraccia le due sponde dello Stretto, un modo per raccontare un territorio straordinario e le sue culture. Per Adili Wuxiuer, il più grande funambolo del mondo, che a settembre attraverserà lo Stretto di Messina, è la traversata più importante della sua vita, la più lunga mai tentata da un funambolo. Eskimosa e Rai Cinema hanno finanziato il primo viaggio in Cina – per la città di Urumqui, provincia autonoma Uiguru di Xingjang – dove Distilo ha incontrato Adili Wuxiuer e lo ha convinto a tentare la grande impresa. Il film si svilupperà in tre sezioni, ognuna delle quali corrisponde a un sentimento fondamentale e a una stagione dell’anno. Prima l’inverno, gennaio 2007 – il tempo del primo sopralluogo di Adili e del suo incontro con lo Stretto da attraversare; poi la primavera, il tempo della preparazione e di attesa; infine l’estate a Messina, la costruzione e l’elevazione del cavo, la traversata. Adili, che da ventotto anni passeggia e danza sulla fune, dichiara di non aver mai attraversato il mare e mai affrontato prima una simile lunghezza.

 

Leave a Response