Roccalumera, arrestati 2 giovani di Fiumedinisi

ROCCALUMERA – I carabinieri della stazione di Roccalumera, al comando del maresciallo Santo Arcidiacono, hanno arrestato ieri sera 2 giovani di Fiumedinisi, nell’ambito di una vasta operazione di controllo del territorio disposta e coordinata dal capitano della Compagnia Messina Sud, Manuel Scarso. A finire in manette, Marco Nucita e Giuseppe De Francesco, rispettivamente di 20 e 28 anni. Il primo, Nucita, che si trovava a bordo di una Fiat Uno di colore grigio non si è fermato all’alt   intimato dai militari dell’Arma impegnati nel posto di blocco. Ne è scaturito un inseguimento lungo le strade di Roccalumera e Nizza di Sicilia, conclusosi sulla Provinciale che conduce a Fiumedinisi dove l’auto del giovane è finita in una sorta di scarpata. Nucita, rimasto illeso, ha tentato di fuggire ma è stato braccato dai carabinieri che lo hanno arrestato. Questa mattina il processoper direttissima. Marco Nucita ha patteggiato un anno di reclusione da scontare ai domiciliari. Appena due ore più tardi i carabinieri di Roccalumera hanno arrestato un altro giovane di Fiumedinisi, Giuseppe De Francesco, di 28 anni. Sulla sua vettura i militari dell’Arma hanno rinvenuto due fucili che sarebbero stati sottratti al padre. Da una prima immediata indagine dei carabinieri, sembra che una delle due armi sia stata utilizzata nei mesi scorsi, quando vennero sparati alcuni colpi all’indirizzo di una abitazione, che sarebbe quella del giovane Marco Nucita che, per una strana coincidenza, era stato arrestato appena due ore prima. De Francesco è stato trasferito nelle carceri di Gazzi, a Messina, dove adesso si trova a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Nel corso della stessa operazione di controllo del territorio portata a compimento dai carabinieri del comandante Arcidiacono e coordinata dal capitano Scarso, sono state elevate 60 contravvenzioni ed una persona è stata denunciata perché trovata in possesso di cd contraffatti. Inoltre un extracomunitario è stato trovato privo del possesso del permesso di soggiornoe  2 giovani sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria perché trovate in possesso di sostanze stupefacenti.

Leave a Response