S. Teresa, l’Mpa ha deciso di sfiduciare il sindaco

S. TERESA DI RIVA – Il principio della fine politica del sindaco Carlo Lo Schiavo è iniziato ieri sera. Il Movimento per l’Autonomia (Mpa) ha, infatti, deciso di sfiduciare Lo Schiavo. Il che, tradotto, in parole semplici significa che il sindaco adesso avrebbe le ore contate per fare le valigie e lasciare Palazzo Municipio. Il condizionale è d’obbligo perché i sei consiglieri dell’Mpa che hanno deciso per la mozione di sfiducia non sono, ovviamente, sufficienti. A loro, dunque, si dovranno unire quelli che fanno riferimento al presidente del Consiglio Alberto Morabito, e i due Ds. Si attende anche di conoscere la posizione di Nat Puglisi e Giuseppe Sturiale che, a quanto pare, sarebbero pronti a sottoscrivere la mozione. Come ci ha detto Nino Bartolotta, ex sindaco e attuale leader dell’Mpa di S. Teresa di Riva, la sfiducia sarà presentata comunque in Consiglio, anche se non venisse raggiunto il ‘’quorum’’ previsto dalla legge, vale a dire 12 consiglieri. Va sottolineato, però, che ormai il destino di Carlo Lo Schiavo  è segnato. Insomma, non ha più nessuna possibilità di manovra. Ma andiamo a leggere il comunicato stampa emesso dall’Mpa a conclusione della riunione di ieri sera. ‘’Dopo un’articolata ed ampia discussione che ha riguardato l’attività dell’amministrazione comunale in carica, ritenuta insufficiente rispetto alle potenzialità e alle prospettive della nostra comunità, si è pervenuti alle seguenti considerazioni: il sindaco di S. Teresa di Riva non rappresenta più gli interessi generali del paese e non è in grado – si legge nel documento dell’Mpa – di dare risposte concrete ai tanti problemi che riguardano la nostra comunità; nonostante il senso di responsabilità dimostrato dal Movimento per l’autonomia, sono risultati vani i tentativi di dialogo con l’attuale sindaco per dare un governo forte e stabile alla nostra città; non si intravede alcuna prospettiva di miglioramento dell’attuale deficitaria situazione amministrativa in cui versi il Comune. Tutto ciò premesso, in sintonia con una sempre più diffusa volontà popolare – si legge infine nel comunicato .- il Movimento per l’autonomia si fa promotore di una motivata mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di Santa Teresa di Riva, che sarà sottoposta alle altre forze politice rappresentate in consiglio comunale’’. Il documento è sottoscritto dai sei consiglieri dell’Mpa presenti in Consiglio: Salvatore Puglisi, Felice Di Bartolotta, Antonio Prestipino, Jhonny Crisafulli, Alessandro Garufi e Salvatore Sciacca.
Adesso non rimane che aspettare la riunione del Consiglio che dovrà ”ratificare” la mozione, anche se fin da adesso tutto lascia prevedere che l’avventura politica del sindaco Carlo Lo Schiavo e dell’amministrazione comunale è giunta alla fine. Se la mozione sarà sottoscritta da 12 consiglieri, tutti a casa. Si volta pagina. E ciò vuol dire che a fine aprile si andrà alle elezioni anticipate.

Leave a Response