Capodanno tranquillo nei centri del Messinese

TAORMINA – Capodanno tranquillo nel versante ionico del Messinese. Non si segnalano, fortunatamente, incidenti di nessun genere anche se allo scoccare della mezzanotte la ”Santabarbara” si è fatta sentire con spari di migliaia di petardi. Per quanto riguarda le presenze, a Taormina i turisti  nei locali e negli alberghi sono stati migliaia; motlissimi anche quelli che sono arrivati dopo la mezzanotte e poco prima dell’alba per la passeggiata suo Corso Umberto per e gli immancabili cornetti caldi e cappuccino.
Ancora non ci sono i numeri ufficiali ma pare che, in totale, Taormina abbia ospitato, tra le 20 del 31 dicembre e le 9 del primo gennaio, qualcosa come 35 mila persone. Altre 25.000, almeno, hanno preferito le località del comprensorio, vale a dire Castelmola, Letojanni e Giardini Naxos. Un conto che serve a dimostrare che, ancora una volta, il centro del turismo siciliano rimane l’area del taorminese.
Per far fronte ad una massa tanto imponente di persone e di auto, sono stati mobilitati tutti gli uomini disponibili delle forze dell’ordine con pattuglie di carabinieri, polizia e vigili urbani dislocati nei punti nevralgici della città.
anotte. Nessun parto all’ospedale Sirina nella notte di Capodanno.
 Un Capodanno in piena tranquillità anche a Giardini Naxos, dove dopo la mezzanotte le discoteche sono state prese letteralmente d’assalto da moltissimi giovani provenienti anche da Catania e Messina.
Negli altri paesi, tra Scaletta Zanclea e S. Alessio Siculo, festività all’insegna della tradizione: cenone in casa concluso con brinsidi e poi davanti alla Tv. I giovani, ovviamente, hanno raggiunto le discoteche per trascorrervi l’intera notte. A Messina oltre ventimila spettatori in piazza Duomo per assistere allo spettacolo di Arbore e Frassica. Si è fatta baldoria fino alle cinque del mattino.

Leave a Response