Mongiuffi. Nubifragio, danni per un milione di euro

MONGIUFFI MELIA – Il mal tempo dei giorni scorsi ha causato notevoli danni anche Mongiuffi Melia. Il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, ha già stilato una relazione nella quale si evidenziano tutti i danni a partire da quelli registrati lungo la strada di collegamento Melia – Castelmola che a causa di frane presenti in diverse zone e’ impercorribile ed ha isolato i vari nuclei abitativi creando gravi disagi ai residenti. Addirittura un’azienda agricola di proprieta’ di Alfio Cacopardo e’ stata sommersa dai detriti che hanno causando la perdita di numerosi animali.
Nel cimitero dell’abitato di Mongiuffi, parte del muro di cinta e’ crollato In contrada Ghiastrazzi oltre ai gravi danni al ponte che unisce i due centri di Melia e Mongiuffi, si e’ verificata l’ennesima frana, stavolta di notevole entita’:  dal costone roccioso soprastante si sono staccati numerosi massi che hanno indotto i tecnici della provincia regionale di Messina a emanare un’ordinanza di chiusura della carreggiata fino al ripristino.
Ed infine lungo la Strada provinciale 11 Letojanni-Mongiuffi Melia  si sono verificate delle frane che hanno invaso la carreggiata in diversi punti, impedendo  la circolazione stradale ed isolando in parte il Comune con i centri vicini. Da una prima stima i danni ammonterebbero a 1milione  di euro. Il Sindaco di Mongiuffi Melia, Salvatore Curcuruto, ha anche emesso un’ordinanza  con la quale si vieta ai cittadini ed agli esercizi commerciali di far uso dell’acqua erogata dalla rete idrica comunale in quanto, come evidenziato da un comunicato dell’USL n.5 vi e’ un’evidente inquinamento batterico in tutta la rete comunale che puo’ portare al manifestarsi di malattie. Infine da segnalare che sono andati distrutti circa 200 capi di bestiame. I danni causati dal maltempo sono stati oggi oggetto di discussione durate un vertice in Prefettura.

 

ROCCALUMERA. Anche il sindaco Gianni Miasi si è incontrato questa mattina con i tecnici della Prefettura per affrontare il problema relativo al torrente Allume, le cui acque potrebbero uscire dall’alveo a causa dell’innalzamento del letto. Miasi ha avuto assicurazioni che quanto prima saranno eseguiti degli interventi con i quali il torrente verrà messo in sicurezza. I materiale in esubero, hanno detto gli esperti, saranno trasportati alla foce del torrente consentendo nel contempo il ripascimento della spiaggia. Nel tg90 del 29-12 intervista al sindaco Miasi.

Leave a Response