Taormina, il rally ai riminesi Grossi-Pavesi

TAORMINA – Tanti colpi di scena all’ottava edizione del Rally Internazionale di Taormina, organizzato dalla Jonio Corse di S. Teresa di Riva dove si è conclusa la gara. Il mattatore della gara è stato l’equipaggio riminese Grossi-Pavesi su Peugeot 206 Wrc che ha vinto ben nove delle tredici prove speciali (le altre quattro sono state conquistate dall’equipaggio di Monza Fontana-Vitali pure su Peugeot 206 Wrc) imprimendo alla gara un ritmo alquanto veloce. Infatti a conclusione della tre giorni Pucci Grossi ha dato un notevole distacco al secondo  equipaggio classificato Angelucci-Cambria su Peugeot 206 Wrc (1’59”2) e addirittura oltre due minuti al terzo classificato, il campione inglese rally 2006 Craig Middleton (navigato da Nathan Parry) su Hyundai Accent Wrc.
La svolta della gara è stata quasi alla fine della settima prova speciale, quando i monzesi Fontana-Vitali su Peugeot 206 Wrc, diretti rivali della coppia in testa, sono stati costretti ad entrare nel parco chiuso con 15′ di ritardo per un guasto alla pompa di benzina.
Ritardo che li ha penalizzati di due minuti e mezzo. La retrocessione in classifica di Luigi Fontana (all’ottavo posto) e il ritiro dei forti piloti Giuseppe Nucita di Santa Teresa di Riva, Pino Barbitta di Patti, del messinese Franco Molica e dello svizzero Massimo Beltrami, hanno spianato la strada alla coppia Grossi-Pavesi verso la vittoria finale.
Sbalorditiva la rimonta dell’equipaggio di Monza, che ha vinto le ultime prove speciali («Misserio» e «Val d’Agrò») riuscendo a piazzarsi al quarto posto assoluto del lotto di corridori.
L’ottava edizione del Rally Internazionale di Taormina, primo memorial Antonino Strakuzzi (e Trofeo «Salvatore Cundari»), è stata avvincente anche per l’accaparramento del trofeo «Corri con Clio» che ha visto tre piloti darsi battaglia fino all’ultima prova: il pescarese Umberto Consigli, il nizzardo Bruno Brigulio e Tino Leo di S. Alessio Siculo, tutti e tre su Renault Clio Rs Light.
A vincere il trofeo è stato l’equipaggio Consigli-Rocco, che ha superato Briguglio-Mondello solo per trenta centesimi di secondo (un soffio), mentre l’equipaggio Leo-Duro è stato costretto a chiudere la gara al 23′ posto per noie meccaniche proprio nell’ultima ps «Val d’Agrò 3».
La tre giorni di rally è stata seguita da oltre ventimila persone, arroccate lungo la discesa di Capo Taormina e sui costoni di Misserio e Limina.
Selettiva anche la prova speciale di «Francavilla» che ha falcidiato tantissimi equipaggi, tra cui Amendolia, Garufi e Leonardo Caranna.
Infine c’è da dire che Puccio Grossi ha vinto sia il Trofeo Reagrallycup (e quindi andrà allatteso Motor Show di Bologna) sia il gruppo A, mentre Filippo Bellini ha vinto il gruppo “N” e Gaspare Saia il gruppo Vso.
23. È la posizione conquistata dalla coppia Leo-Duro

Leave a Response