S. Teresa, si dimette l’assessore Giuseppe Morabito

S. TERESA DI RIVA – Muove ancora la cronaca la politica amministrativa a S. Teresa di Riva. Oggi, infatti, si è dimesso l’assessore Giuseppe Morabito, con delega allo Sport, Turismo e Spettacolo. In un certo senso inevitabile la decisione di Morabito dopo che l’alleato, il consigliere Salvatore Sciacca, l’altro ieri ha negato il sostegno al sindaco Carlo Lo Schiavo, aprendo così una ulteriore frattura all’interno di quel gruppo minoritario che si ostina, non si sa il perché, a tenere in piedi Lo Schiavo. Una decisione, dobbiamo dirlo, coerente quella dell’assessore Morabito, anche lui in rottura con il primo cittadino e con gli ‘’indecisi’’ che continuano a puntellare una realtà politico-amministrativa che non ha nessun senso di esistere, visto che Carlo Lo Schiavo ha le mani legate perché non può contare su una maggioranza consiliare che gli consenta di ‘’fare il sindaco’’. E a questo punto cosa c’è da dire? L’ormai famosa, tale è diventata, mozione di sfiducia al sindaco che fine ha fatto? Stando ai si dice, non ovviamente di piazza o di bar, non ci sono ancora i numeri. Ne mancherebbero 2 per arrivare ai 13 necessari. Due che farebbero parte al gruppo d’opposizione che si rifà alle posizioni dell’ex sindaco Nino Bartolotta il quale non ha ancora deciso di dare l’avvio alla cacciata dal Municipio di Carlo Lo Schiavo. Conoscendo bene Bartolotta avrà i suoi buoni motivi, strategie di difficile lettura. Un’altra riflessione: cosa fa in questa fase il presidente del Consiglio Alberto Morabito, ormai palesemente in netto dissenso con il suo ex pupillo Lo Schiavo? Difficile dirlo, anche se tutto lascia pensare che Morabito non si strapperebbe un capello nel vedere Carlo Lo Schiavo fuori dalle stanze del Comune. E infine, ci si chiede chi andrà a ricoprire la carica del dimissionario assessore Morabito. Vuoi vedere che potrebbe spuntare fuori un nome di un ”esterno” vicino alle posizioni di una frangia della minoranza? Supposizioni, indubbiamente. Ma siccome la politica è dinamica c’è da aspettarsi di tutto di più. Si ha però la percezione, fino a prova contraria, che sia nata una sorta di ”comunella” tra frange dell’opposizione e Lo Schiavo, deciso a non lasciare la poltrona.

Leave a Response