Emergenza rifiuti: Lombardo sollecita la Provincia

MESSINA – E’ stata depositata stamattina al protocollo generale, la richiesta al presidente del Consiglio provinciale, da parte di numerosi consiglieri, di una convocazione del consiglio in seduta straordinaria e urgente per affrontare, insieme al presidente Leonardi, la deputazione messinese dell’Ars e i responsabili dei cinque ATO rifiuti della provincia, gli evidenti disagi logistici ed economici emersi a seguito del diniego della proroga per l’utilizzazione della discarica di Mazzarà S. Andrea. Il primo firmatario della richiesta, il conigliere. Giuseppe Lombardo, ha dichiarato ‘’come sia assurdo che una intera provincia, come quella di Messina, debba essere costretta a scaricare a Catania, con l’aggravio di spese per il trasporto dei rifiuti, e non poter utilizzare la discarica di Mazzarà. Discarica che i tecnici del ministero hanno definito non idonea, il  primo dicembre, ma fino il 30 novembre ha funzionato regolarmente. E’ arrivat –  continua Lombardo – il momento di fare chiarezza, per capire quali sono i reali motivi della mancata proroga di Mazzarà, e se è necessario realizzare un altro sito in provincia di Messina, perché alla fine, inevitabilmente, l’aggravio di spese per il trasferimento dei rifiuti in altre province, ricade sui cittadini contribuenti, sempre più vessati dalle imposte locali. In conclusione si rende necessario un intervento forte del presidente della Provincia, Leonardi, per evitare speculazioni politiche sulle responsabilità della mancata proroga, visto che l’ultima è stata rilasciata, come prevede la norma, dalla Provincia Regionale di Messina e attivare tutte le procedure possibili al fine di evitare il trasferimento dei rifiuti in altre provincie’’.

Leave a Response