Salviamo il Messina Calcio? Meglio i bambini affamati!

MESSINA – La III Commissione Consiliare del Comune di Messina (Sport, attività di Promozione Turistica, Spettacolo e Cultura) nella seduta di oggi presieduta dal vicepresidente, Alessandro La Cava (Gruppo misto), ha deliberato di costituire “l’apertura di un conto corrente per reperire fondi a sostegno del F.C. Messina. Si tenterà, attraverso una sottoscrizione popolare, di costituire una sorta di informale azionariato diffuso, volto al potenziamento dell’organico della squadra, notevole risorsa e fonte di entusiasmo per l’intera città”, si legge nel comunicato deliberato dalla Commissione. Il che, in pratica, significa che tutti tifosi e no possono contribuire finanziariamente a risollevare le sorti del Messina Calcio che all’apertura del mercato di gennaio dovrebbe rinforzare la squadra, che nelle ultime partite ha dato segnali preoccupanti per quanto riguarda, ovviamente, i risultati. L’iniziativa è indubbiamente originale per svariati motivi, visto che alla dirigenza c’è un certo – si fa per dire –  signor Pietro Franza che nulla ha da invidiare finanziariamente ad altri suoi colleghi presidenti. E se Franza economicamente non ha più liquidità, bene farebbe a passare la palla ad altri. E farsi da parte per il semplice motivo che nessuno gli ha lasciato in eredità il titolo di presidente del Messina Calcio. Ma ci chiediamo quanti di noi hanno bisogno di un ”conto corrente”? Crediamo molti, moltissimi. Ed allora, per come la vediamo noi, sarebbe quanto mai auspicabile che i più decidessero di mandare un aiuto ai bambini affamati dei Paesi sottosviluppati. Quelli che il ”calcio” lo hanno ricevuto in faccia fin dalla nascita.

Leave a Response