Messina, risplende nuovamente il ”Monte di Pietà”

MESSINA – Ieri sera, a conclusione degli interventi di ristrutturazione disposti dall’assessore all’arredo urbano, Gaetano Isaja, è stato riattivato l’impianto di illuminazione del Monte di Pietà. Prosegue così l’iniziativa per gli impianti di illuminazione artistica voluti dall’Amministrazione comunale, per la riqualificazione e valorizzazione di monumenti cittadini. Dopo l’illuminazione della fontana di Orione, prima realizzazione avviata, che ha avuto riconoscimento da parte di riviste internazionali di illuminotecnica per l’innovazione tecnologica applicata con l’adozione dei LED, ieri sera è stata illuminata la facciata del Monte di Pietà, splendida testimonianza del XVII secolo la cui realizzazione, opera di Natale Masuccio, costituisce un bell’esempio di architettura manieristica, rivisitata ed ampliata in soprelevazione a cura degli architetti Campoli e Basile nel tardo XVIII secolo. L’utilizzo di lampade ad ioduri metallici – tipo master color – consentono di mantenere inalterati i colori della facciata, gli elementi architettonici forti. In particolare da adesso si apprezzerà meglio il prospetto settecentesco caratterizzato da un portale bugnato con la lapide marmorea su cui si legge “Monte di Pietà, e sopra l’arco la targa “maior omnium charitas 1789” a ricordo dei rifacimenti eseguiti dopo il terremoto del 1783. A questa nuova realizzazione seguirà l’attivazione degli impianti per la fontana della Pigna e della fontana del Nettuno, e quindi dei portici di piazza Lo Sardo.

Leave a Response