Messina, domani arriva il ministro alla Pi Fioroni

MESSINA – Il Ministro della Pubblica Istruzione, on. Giuseppe Fioroni, arriverà a Messina nel pomeriggio di domani, venerdì 24. L’esponente del Governo nazionale incontrerà alle ore 17.30, a palazzo Zanca, il sindaco della città, Francantonio Genovese. Successivamente il Ministro, nella sala Giunta di Palazzo Zanca, nel corso di un incontro con la stampa, presenterà il tema dell’incontro dell’indomani, sabato 25, al teatro Vittorio Emanuele di Messina: Piano nazionale per la scuola sull’educazione alla legalità e alla lotta alla mafia.Orientamento e Riforma della scuola. Il Ministro preannuncerà anche, nell’ambito delle iniziative per il centenario del terremoto di Messina che nel 1908 distrusse la città, una iniziativa nazionale. Sabato 25 al teatro “Vittorio Emanuele”, con inizio alle ore 9.30, è previsto l’incontro con il ministro Fioroni sul tema dell’educazione alla legalità e alla lotta alla mafia, orientamento e riforma della scuola. L’appuntamento sarà aperto dagli interventi del sindaco, Francantonio Genovese; del presidente della provincia Regionale, Salvatore Leonardi; del Rettore dell’Università di Messina, Francesco Tomasello; del Responsabile dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Gustavo Ricevuto; e sarà concluso dalla relazione del ministro Fioroni. “La lotta a ogni illegalità inizia dalla scuola, dal rispetto dell’altro e delle regole della convivenza civile”, ha recentemente ribadito l’on. Fioroni e l’appuntamento di Messina sarà l’occasione per ribadire le basi del primo Piano nazionale sull’educazione alla legalità e alla lotta alla mafia, che ha l’obiettivo di educare alla legalità con azioni didattiche, testimonianze, sinergie sul territorio e tra istituzioni diverse. “ Una maggiore presenza sul territorio ma anche una vera e propria offensiva educativa è una risposta – ha detto anche il Ministro – a chi in questi ultimi tempi ha alzato il tiro contro le scuole”. L’appuntamento sarà una occasione importante di verifica dell’orientamento e della riforma della scuola, proprio alla vigilia del Consiglio Nazionale della Pubblica Istruzione che il Ministro ha convocato per il prossimo 13 dicembre.

 

Leave a Response