Il dopo Catania-Livorno: 4 tifosi toscani in galera

MESSINA – Quattro tifosi del Livorno sono stati arrestati per gli incidenti verificatesi lo scorso 12 novembre al termine della partita Catania-Livorno. In manette sono finiti Michel Pierotti, 19 anni, Ivan Finetti, 24 anni, Massimiliano Pasqui, 33 anni e Stefano Mantovani, 41 anni. Sono accusati di violenza privata, lesioni gravissime, porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, danneggiamento di autovetture. I tifosi del Livorno avevano bloccato tre auto che percorrevano la corsia autostradale della Messina-Catania nei pressi di Giardini Naxos assalendo gli occupanti con spranghe e bastoni, ferendo 9 persone di Messina, tra le quali un bambino di 5 anni che ha riportato una commozione celebrale e una ferita alla testa medicata con 6 punti di sutura. In seguito due degli aggrediti, hanno identificato dai filmati registrati durante la partita i quattro tifosi arrestati oggi a Livorno, Pisa e Gavorranno nel Grossetano dalla polizia di Messina in collaborazione con la Digos di Livorno e Grosseto e la squadra mobile di Pisa. I tifosi del Livorno a loro volta erano stati precedentemente aggrediti da un nutrito gruppo di tifosi catanesi nell’area di servizio di Calatabiano. I supporter catanesi avevano danneggiato un pullman con 9 tifosi livornesi e avevano preso a sassate un altro pullman con circa quaranta tifosi del Livorno a bordo. Nei confronti degli arrestati il questore di Messina ha emesso un provvedimento amministrativo con cui vieta ai diffidati la partecipazione a manifestazioni sportive con obbligo di firma. La Digos di Catania sta ancora indagando invece per identificare i tifosi catanesi accusati della prima aggressione

Leave a Response