Casalvecchio, dipendenti comunali senza stipendio

CASALVECCHIO SICULO –  Ancora ritardi nella corresponsione di uno stipendio – quello di ottobre – ai dipendenti comunali di Casalvecchio. La storia si ripete con esasperante frequenza: stavolta a prosciugare le casse municipali sono stati le ratei dei mutui che hanno drenato ogni risorsa lasciando i comunali con il portafogli vuoto.
Non è la prima volta che accade, purtroppo, segnale inequivocabile che i conti a Casalvecchio non quadrano più. Troppi debiti, troppi mutui da pagare, pochi soldi in cassa. E chi ne fanno ne spese sono i dipendenti ed i creditori. Il sindaco Santoro, che i consiglieri comunali della nuova maggioranza hanno invitato a dimettersi, per dare uno sbocco alla crisi politica, ha promesso che gli stipendi saranno pagati. Quando, però, non lo ha detto. Durante l’ultima riunione del consiglio comunale, infatti, per far passare il conto consuntivo (che si trascinava da settembre) ed evitare l’arrivo di un commissario ad acta, tre consiglieri del nuovo gruppo di maggioranza (Giuseppe Moschella, Francesco Nicita e Onofrio Smiroldo) hanno dovuto abbandonare l’aula per consentire ai quattro consiglieri ancora legati a sindaco di approvare lo strumento contabile.

Leave a Response