Messina. Palpeggiò ragazza allo stadio: a giudizio

MESSINA – Un professionista messinese cinquantenne che da tempo risiede a Genova, è finito sotto processo accusato di aver compiuto atti sessuali su una ragazza allo stadio “San Filippo”, mentre assisteva  due anni fa alla partita di calcio Messina-Inter ed era in compagnia della moglie e di un parente. E per questo finisce sotto processo. Non è certo una vicenda comune quella trattata dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Messina, presieduta da Bruno Finocchiaro. E sarà certamente una sentenza molto studiata e analizzata in futuro, quella che deciderà il Tribunale. A finire sotto processo G.B., 50 anni, accusato del reato di violenza sessuale perché «con mossa improvvisa e repentina toccava la natica destra della giovane». L’uomo sostiene invece che nell’abbandonare lo stadio nel parapiglia generale venne spinto in avanti e andò a “cozzare” sulla ragazza, senza alcun intento malevolo ma per un puro caso. La giovane, invece, è di parere contrario: G. B. avrebbe allungato intenzionalmente la mano per palparla “vigorosamente”.

Leave a Response