Messina, due farmacisti accusati di truffa all’Asl

MESSINA – Due titolari di una farmacia di Messina, madre e figlio, sono stati denunciati dalla Guardia di finanza perché avrebbero richiesto alla Ausl il pagamento di prodotti farmaceutici per i quali avevano già in passato ottenuto un rimborso. L’accusa per entrambi è di truffa aggravata. I militari del nucleo di polizia tributaria hanno accertato che nei mesi di novembre e dicembre 2003 e febbraio 2004 sarebbero state pagate per la seconda volta ricette già presentate nel maggio 2003, per un ammontare complessivo di circa 23 mila euro. La somma è stata sottoposta a sequestro direttamente sul conto corrente degli indagati.

Leave a Response