Messina, il generale Santo ricevuto in Municipio

MESSINA – Il comandante la Brigata meccanizzata “Aosta”, generale di brigata Vincenzo Santo, è stato ricevuto stamani a Palazzo Zanca, in visita di cortesia dal sindaco, Francantonio Genovese, al rientro dei cinque mesi di missione in Kosovo, ove è stato comandante della Multinational Task Force West. Il generale Santo ha evidenziato al sindaco l’attività svolta dalla Brigata Aosta, nel supporto della polizia locale nella lotta alla criminalità; nell’assistere le aziende interessate al recupero delle infrastrutture in cooperazione con le autorità locali e governative, e nell’attività delle organizzazioni internazionali per il ritorno dei rifugiati. Tra le tante attività svolte dai militari italiani all’estero i controlli sul territorio, con i check point che hanno portato all’arresto di 60 persone, alla confisca di 35 mila autovetture ed al sequestro di centinaia di armi. Il sindaco Genovese ha formulato al generale Santo il compiacimento per i risultati conseguiti dalla Brigata, così legata alla città di Messina. Nel luglio del 1990, nel tricentenario della sua costituzione, le fu infatti attribuita la cittadinanza onoraria. Come è stato inoltre sottolineato nel corso dell’incontro tra il sindaco Genovese ed il generale Santo “il secolare legame tra Messina e la Brigata si innestò nel 1718, con la difesa della Cittadella e proseguì con le operazioni di soccorso nel 1908”. Al sindaco Genovese il generale Santo, al termine della visita, ha consegnato il crest della missione.

Leave a Response