Messina, manifestazioni per il centenario del terremoto

MESSINA – Il logotipo Messina 2008, simbolo univoco che caratterizzerà le iniziative e gli appuntamenti che saranno promossi nell’ambito delle manifestazioni per il centenario del terremoto del 1908, sarà presentato ufficialmente dal sindaco di Messina, Francantonio Genovese, sabato 28, alle ore 10.30, nel corso di una conferenza stampa indetta nella sala Giunta di palazzo Zanca. Il logo è stato realizzato dall’arch. Andrea Amato, messinese, residente a Milano, risultato vincitore del concorso nazionale bandito dall’Ordine degli Architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della provincia di Messina. Tra i 43 bozzetti provenienti da tutta Italia, una giuria multidisciplinare presieduta dall’arch. Antonello Longo e composta da Giangabriele Fiorentino, fotografo; Gianfranco Moraci, creativo pubblicitario; Lino Morgante, vice capo redattore della Gazzetta del Sud; Stefan Pollak, creative director della rivista internazionale d’arte contemporanea DROME, oltre al vincitore, ha selezionato il secondo e il terzo classificati, Bruno Depetris di Pinerolo (TO) e Silvia Farinotti di Seriate (BG). Le tre soluzioni scelte hanno presentato “maggiore efficacia nella comunicazione e nella capacità identitaria, evitando i riferimenti troppo espliciti alla simbologia della catastrofe, e privilegiando il nome della città come parte integrante e inscindibile del progetto grafico, scelta questa particolarmente efficace ai fini della riconoscibilità immediata della manifestazione anche in contesti nazionali e internazionali”. Il concorso, coordinato dall’arch. Antonio Di Sarcina, rientra nel quadro delle iniziative programmate dall’Ordine nell’ambito del progetto Messina 2008. L’Ordine professionale ha offerto all’Amministrazione Comunale il logo, quale significativo momento di collaborazione necessaria per tutte le iniziative che dovranno essere intraprese per celebrare il centenario dell’avvenimento più importante della storia moderna di Messina. La Giunta municipale – come si ricorderà – ha dichiarato l’anno 2008 “Evento Messina 2008” ed in tale contesto sono state indicate dall’esecutivo alcune tappe fondamentali per un percorso che porti ad una approfondita riflessione sulla storia della città, utile al “recupero di memoria ed identità smarrite negli anni, premessa essenziale per costruire su basi solide il futuro e definire strategie per far superare la marginalità politica, economica, sociale e culturale che hanno caratterizzato negativamente negli anni la città”. Il terremoto di Messina si verificò all’alba del 28 dicembre del 1908 con una intensità massima di 11 gradi della scala Mercalli ed una Magnitudo di 7.2. Gli effetti furono devastanti sia a Messina e sia a Reggio Calabria con una stima di 80 mila morti a Messina e 12 mila a Reggio Calabria. Il sisma generò un maremoto molto violento che causò numerosi morti e danni ai villaggi lungo lo Stretto, con onde da 6 a 12 metri di altezza nella costa orientale della Sicilia a sud di Messina e nella costa reggina.

Leave a Response