S. Teresa, avviso di garanzia all’ex sindaco Bartolotta

S. TERESA DI RIVA – L’ex sindaco di Santa Teresa di Riva ed ex commissario straordinario dell’Ente Fiera di Messina Nino Bartolotta, 53 anni, è stato raggiunto da un avviso di garanzia. Gli vengono contestate due ipotesi d’abuso d’ufficio per fatti che risalgono al 2003, quando ricopriva la carica di sindaco del centro ionico. L’atto è stato inviato dal sostituto procuratore di Messina Giuseppe Verzura a chiusura delle indagini preliminari di un fascicolo che riguarda l’adozione di due determine sindacali, che secondo l’accusa vennero decise senza che ci fossero i requisiti dell’urgenza e dell’indifferibilità.
Nel febbraio del 2003 Bartolotta adottò un provvedimento con cui, senza espletare una gara d’appalto, autorizzò l’esecuzione di lavori “urgenti” per la realizzazione di una bretella di collegamento tra la Panoramica e alcuni terreni, che appartenevano a lui e alla moglie. Affidò l’incarico a una ditta impegnando dalle casse comunali circa 20.000 euro (su uno di questi terreni “pendeva” già la richiesta di una concessione edilizia per l’esecuzione di un fabbricato). Nel maggio 2003, con un altro provvedimento sindacale l’allora primo cittadino Bartolotta programmò la realizzazione della strada di collegamento tra la frazione Giardino e la Provinciale Santa Teresa di Riva-Misserio; anche in questo caso ci fu l’affidamento diretto, senza l’espletamento di una gara d’appalto, a una ditta privata, per un importo a carico del Comune di circa 40.000 euro. Questo provvedimento fu poi “azzerato” dal Commissario straordinario del Comune, anche perché la strada di collegamento in questione non era prevista nello strumento urbanistico, mancavano gli elaborati progettuali e le autorizzazioni del Genio Civile. Agli atti c’era soltanto una richiesta degli abitanti della frazione Giardino che si lamentavano di essere isolati.

Leave a Response