Roccalumera, perizia psichiatrica per Silvia Gomes

ROCCALUMERA – Nessuna sentenza e nessuna misura cautelare per Silvia Gomes de Souza, l’ex perpetua di padre  Carmelo Mantarro, comparsa ieri davanti al giudice monocratico del tribunale di Messina per rispondere dell’accusa di danneggiamento aggravato dopo che ieri aveva scambiato l’auto di una dottoressa di Furci Siculo per quella del sacerdote, distruggendola a colpi di martello. Il procedimento è stato riunito al processo già fissato per il prossimo 6 novembre, che vede la Gomes imputata per il tentato incendio della villa di padre Mantarro dello scorso 11 settembre. Al termine dell’udienza è stata disposta per la donna brasiliana un accertamento psichiatrico presso l’ospedale Piemonte di Messina, dove la Gomes è stata accompagnata nel tardo pomeriggio. L’udienza di questa mattina (la Gomes era assistita dall’avvocato Daniela Agnello) è durata circa tre quarti d’ora e non ha fatto registrare particolari colpi di scena. In aula era presente anche la proprietaria della macchina semidistrutta, un medico di Furci Siculo. Quella di oggi è l’ennesima puntata della telenovela che vede protagonisti il sacerdote  Carmelo Mantarro, 70 anni, e l’ex perpetua, la brasiliana Sivia Gomes de Souza, di 39 anni, che sostiene di essere stata anche l’amante del sacerdote. La donna ieri era stata arrestata dopo aver scambiato un’auto parcheggiata sul lungomare di Roccalumera, una Ford Fiesta di colore celestino metallizzato, che era stata lasciata dalla proprietaria all’altezza del bivio che porta al casello autostradale di Roccalumera. La Gomes, credendo che fosse del prete ha rotto a colpi di mertello i vetri anteriore e posteriore, i tergicristalli, gli specchietti retrovisori ed ha tagliato le gomme con un coltello. Un danno per alcune migliaia di euro. Il prossimo 6 novembre dovrà, Dilvia Gomes de Souza dovrà comparire davanti ai giudici del Tribunale di Messina, per rispondere dei fatti di ieri e di un’altra accusa: di tentato incendio alla villa di padre Mantarro, che sorge a Nizza di Sicilia in contrada Landro. L’episodio risale all’11 settembre scorso e segnò l’inizio dell’intricata telenovela.

Leave a Response