S Teresa. Persico addetto ai rapporti con il Consiglio

S. TERESA DI RIVA – (Nel tg90  del 22 settembre 2006, visibile sul nostro sito, ampio servizio e intervista al neo assessore Carmelo Persico). Alle 13,15 di oggi 22 settembre, il sindaco di S. Teresa di Riva ha messo a punto il primo tassello del complesso mosaico che riguarda la composizione della nuova giunta, coprendo uno dei due posti rimasti vacanti in seguito alle dimissioni degli assessori Giuseppe Micali e Leonardo Racco. Questa mattina al posto del dottore Micali si è insediato l’avvocato Carmelo Persico, prestando giuramento dinnanzi al segretario comunale ed al sindaco Carlo Lo Schiavo. Una cerimonia semplice, consumatasi in poco più di un quarto d’ora in un clima disteso, durante la quale è stato firmato il decreto di nomina. All’appuntamento erano presenti gli assessori Pippo Morabito e Rita Palella ed il consigliere Natale Rigano. Sotto il profilo degli equilibri politici al momento non cambia nulla, nel senso che sia Persico che Micali appartengono alla stessa area che fa capo al consigliere provinciale Gaetano Cilla. Anche la delega, che ancora non è stata conferita, dovrebbe essere la stessa e cioè all’Urbanistica. In più Lo Schiavo ha detto che intende conferire a Persico la delega per i rapporti con il Consiglio comunale. Ed è proprio su queto argomento che il neo assessore si è più volte soffermato nelle dichiarazioni rilasciata subito dopo l’insediamento. “In Consiglio – ha detto Persico – ci sono persone animate da buona volontà, che sicuramente non hanno intenzione di sfasciare tutto. A mio avviso – ha aggiunto – bisogna cominciare dai rapporti umani tra chi è chiamato a svolgere un servizio per la collettività. Sono convinto che i cittadini non vogliano scontri continui – ha concluso -ma che tutti insieme si lavori per lo sviluppo del paese”. Parole piene di speranza per un futuro che spesso appare nebuloso, marcato dalle continue richieste di dimissioni del sindaco e dallo spauracchio della mozione di sfiducia, sempre dietro l’angolo ma che mai si è concretizzata. Una situazione non certo semplice che aveva fatto nascere in Persico parecchie perplessità prima di dire sì all’offerta dell’assessorato. 
L’avvocato Carmelo Persico, 55 anni, è nato a Randazzo, e si è laureato in giurisprudenza all’Università di Messina nel 1978. Per quattro anni ha diretto a Messina, con la qualifica di vicequestore, l’ufficio stranieri, l’ufficio passaporti e il servizio di frontiera ed ha fatto parte del sindacato provinciale autonomo di polizia. Dal 2003 svolge la funzione di avvocato, presso l’avvocatura dello Stato di Messina.

Leave a Response