L’ex presidente di Confcommercio Sergio Billè nei guai

Arresti domiciliari per l’ex presidente di Confcommercio il messinese Sergio Billè e per il presidente di Enasarco, Donato Porreca nell’ambito di un’inchiesta dei pm della procura di Roma. L’accusa è quella di corruzione.
L’indagine è una costola di quella su Rcs che ha coinvolto fra gli altri l’immobiliarista Stefano Ricucci. Le misure cautelari, oltre a Billè e Porreca, riguardano anche Fulvio Gismondi, collaboratore del presidente dell’Enasarco (l’ente di previdenza degli associati di Confcommercio).
L’inchiesta è originata da un giro di permessi e autorizzazioni per alcune operazioni finanziarie ed immobiliari. Nel fascicolo sarebbero indagate anche altre persone. L’accusa di corruzione è dovuta al fatto che l’Enasarco è un ente previdenziale e che il suo rappresentante svolge funzioni di pubblico ufficiale. L’aver avallato alcune operazioni ha messo nei guai Billè, Porreca e Gismondi.

Leave a Response