Taormina, ”allarme rosso” ieri all’ospedale Sirina

TAORMINA – Sei ore di grande paura ieri all’ospedale Sirina di Taormina per un blackout causato da un cortocircuito dovuto a un incendio che ha bloccato anche il gruppo elettrogeno. L’‘’allarme rosso’’ è scattato alle 13 ed è rientrato alle 19. Sono rimaste senza energia elettrica quasi tutti i reparti, compreso quello di rianimazione. In blocco le sofisticate macchine di radiologia e del laboratorio analisi. Il direttore sanitario dell’ospedale, Paolo Cardia, ha allertato la Prefettura, l’Ausl 5 e il 118 per trasferire in altre strutture i pazienti della Rianimazione. Per gli ammalati più gravi sono intervenuti gli elicotteri, che li hanno trasportati negli ospedali Papardo  Policlinico di Messina, e in quelli di Milazzo e Patti, al Garibaldi di Catania e Siracusa. Problemi anche per i dializzati che sono stati spostati in altre strutture della zona. Per evitare intralci alle autoambulanze sono stati mobilitatti il Commissariato di Ps e la Stazione del carabinieri di Taormina; i vigili urbani, invece, hanno provveduto a regolare la viabilità lungo le strade che collegano l’ospedale allo svincolo della A 18. Per precauzione è stato parzialmente fermato il pronto soccorso.
L’allarme è rientrato poco prima delle 19, quando i tecnici del “Sirina”, sono riusciti a ripristinare tutto l’impianto. Per maggiore sicurezza è stato chiesto un gruppo elettrogeno di emergenza alla Protezione civile. L’ospedale dalle 19 di ieri sera è tornato a funzionare regolarmente.

Leave a Response