S. Teresa, si è dimesso l’assessore Giuseppe Micali

S. TERESA DI RIVA – Nuovo colpo di scena in seno agli ambienti politici santateresini. Questa mattina l’assessore alla Viabilità Giuseppe Micali ha gettato la spugna. Ha rassegnato le dimissioni, ufficialmente per motivi personali, formalizzandole con una lettera inviata al sindaco Carlo Lo Schiavo. Motivi personali che celano l’ormai netta divergenza di vedute con il gruppo politico che Micali ha rappresentato nell’esecutivo e che fa capo al consigliere Caterina Cannavò. Micali, in una intervista rilasciata oggi a Tele 90,  chiede inoltre al sindaco di fare un passo indietro “per il suo bene e per il bene di S. Teresa di Riva, e ridare in mano agli elettori le sorti della città, nel caso in cui anche la nuova giunta dovesse essere minoritaria”. Micali – anche se nella missiva ha usato toni molto soft ed eleganti – ritiene “nocivo, per l’interesse della collettività la prosecuzione di una amministrazione ormai in ostaggio degli umori di qualsiasi consigliere, incapace per svariati motivi politici a risolvere i problemi annosi da cui è affetta S. Teresa di Riva, impossibilitata a dare lo slancio necessario e doveroso che la porti ad un ruolo preminente della riviera jonica”. L’assessore Micali ha dichiarato al sindaco  di non considerarlo più tra i membri della Giunta comunale che sta formando e quindi di considerare a sua completa disposizione il posto che finora ha occupato. E adesso i riflettori sono tutti puntati sul varo della nuova Giunta, al momento monca di due assessori: Micali, che si è dimesso oggi e Leonardo Racco, che ha dovuto lasciare per incompatibilità essendo stato eletto alla presidenza dell’Ato 4. Ma non sarebbe finita qui, considerato che da tempo si parla di sostituire anche Pina Smiroldo, che si è un po’ defilata per motivi di salute. Al momento, in carica, rimangono, oltre alla Smiroldo, il vice sindaco Tanino Maggioloti e gli assessori Pippo Morabito e  Rita Palella.

Leave a Response