Roccalumera, arresti domiciliari per Francesco Foti

ROCCALUMERA – Ha ottenuto gli arresti domiciliari dopo nove giorni di carcere Francesco Foti, il giovane 35enne di Roccalumera che ha tenuto nascosto per circa quattro mesi il cadavere del padre Domenico morto per cause naturali allo scopo di continuare a percepire la sua pensione di vecchiaia. Da ieri Francesco si trova in un centro di recupero grazie al beneficio dei domiciliari dovendo essere sottoposto a delle cure specifiche considerato che si tratta di un soggetto con problemi psichici. Ieri mattina Foti è stata accompagnato in un centro di accoglienza dopo avere lasciato il carcere di Gazzi.Il giovane era stato fermato dai carabinieri lunedì della scorsa settimana.  Erano stati proprio i militari dell’arma a fare la scoperta del corpo senza vita del 76enne Domenico Foti, dopo le ripetute segnalazioni dei condomini che da tempo si lamentavano per il cattivo odore. Il cadavere, avvolto con due materassi, era stato nascosto in uno sgabuzzino ubicato sul terrazzo dell’abitazione che si trova sulla centralissima via Umberto I.

Leave a Response