Alì Terme, sequestrato cantiere navale di 8200 mq

ALì TERME – Nell’ambito dei controlli dell’operazione “Mare Sicuro” disposti dal Comandante della Capitaneria di Porto Antonino Samiani, gli uomini della Guardia Costiera di Giardini Naxos diretti dal capo  Castrignano, hanno posto sotto sequestro, ad Alì Terme, un’area demaniale marittima di 8200 metri quadrati che era stata destinata a cantiere nautico. E’ stato verificato ed appurato che l’occupazione  dell’area demaniale sequestrata, contigua ad altra area in regime di concessione (demanio fluviale), veniva utilizzata con strutture ed opere che avevano mutato lo stato dei luoghi. Il titolare del cantiere nautico si sarebbe reso responsabile di occupazione abusiva di area demaniale marittima. Da controlli effettuati presso l’ufficio Demanio della Capitaneria, è emerso che l’indagato aveva presentato domanda di concessione demaniale per 5375,75 metri quadrati (inferiore all’effettivo utilizzo), ma che la stessa non era stata ancora definita per mancanza di documenti che la ditta doveva integrare per il proseguio dell’istruttoria. Il sequestro dell’area di cantiere effettuato è stato convalidato dal giudice delle indagini preliminari. L’operazione rientra tra le iniziative poste a tutela di abusi in materia di uso del demanio marittimo, e di controllo delle coste volte a garantire l’ordinato e sicuro svolgimento delle attività connesse con la fruizione del mare nel rispetto delle vigenti disposizioni legislative e regolamentari. In un altro intervento congiunto degli uomini della Guardia Costiera di Giardini Naxos, dei carabinieri del Nucleo radiomobile di Taormina, sono stati sorpresi due pescatori subacquei di frodo nella zona di mare antistante il molo ‘’Saja’’ del porto di Giardini. Ai due è stato elevato un verbale amministrativo di 1032 euro e sequestrata l’attrezzatura e duemila ricci. Il pescato, ancora vivo, è stato rigettato in mare. L’operazione rientra nell’attività di tutela dell’eco sistema marino a cui la Capitaneria di Porto di Messina sta prestando da alcuni mesi grande attenzione.

Leave a Response