S. Teresa di Riva. Il Consiglio boccia lo Statuto comunale

S. TERESA DI RIVA – Il Consiglio Comunale di S. Teresa di Riva nella seduta di ieri sera,   ha bocciato la bozza di Statuto per la quale la commissione comunale, insediata il 4 novembre 2004, aveva lavorato per una decina di sedute e il Consiglio Comunale aveva tenuto altrettante sessioni.
Hanno votato per l’approvazione della nuova bozza di Statuto i consiglieri Nat Puglisi, Natale Rigano, Salvatore Sciacca e Salvatore Puglisi, vicini al sindaco Carlo Lo Schiavo. Si sono astenuti i consiglieri Sturiale e Brancato ed i consiglieri del gruppo Bartolotta. Hanno votato contro il presidente del consiglio   Alberto Morabito ed i consiglieri Pablo Spadaro e Carmelo Pagano. Assenti Carmelo Crisafulli e Caterina Cannavò.
“Con una incomprensibile votazione – ha detto il sindaco Carlo Lo Schiavo – è stato vanificato il lavoro di diciotto mesi”. “Il Consiglio comunale – ha aggiunto – ha inoltre smentito se stesso, in quanto ha bocciato il lavoro svolto esclusivamente dalla Commissione consiliare”. Non la pensano allo stesso modo i consiglieri del gruppo di minoranza che fa capo all’ex sindaco Nino Bartolotta. Il consigliere Alessandro Garufi, al termine della seduta di ieri, è tornato a chiedere le dimissioni di Carlo Lo Schiavo. “Sarebbe opportuno e ragionevole a questo punto – sostiene Garufi – tornare alle urne e rimettere il mandato nelle mani dei cittadini. Proseguire in queste condizioni per altri tre anni sarebbe uno stillicidio e deleterio per tutti”. Per la cronaca, la riunione di ieri sera è durata circa un’ora e mezza. La bocciatura dello statuto comunale è maturata in meno di cinque minuti. Per il resto si è parlato delle problematiche che attanagliano S. Teresa, a partire dalla viabilità.

 

Sulla situazione politico-amministrativa di S. Teresa di Riva, nel Tg90 on line del 28 giugno interviste e commenti.

Leave a Response