Furci. Viabilità in tilt, è protesta in via M. delle Grazie

FURCI SICULO – Una petizione, con un centinaio di firme in calce, per chiedere il ripristino del doppio senso di circolazione in via Madonna delle Grazie, a Furci Siculo, nel tratto che va dall’incrocio con via Pirandello all’incrocio con via Spinelli. Il documento è stato presentanto al sindaco Sebastiano Foti, al quale i firmatari hanno rivolto un appello affinché venga ripristinato il doppio senso di marcia nel tratto citato di strada citato per consentire ai residenti del quartiere e alle vetture in transito che arrivano da via Cesare Battisti, dalle frazioni e da S. Teresa di Riva (attraverso la strada che taglia il paese in due a partire dall’edicola della Madonnina del ponte fino al quartiere della Madonna delle Grazie), di raggiungere agevolmente il centro del paese. “L’attuale segnaletica decisa inopportunamente – scrivono i firmatari della petizione – non solo crea disagio a tutti i residenti del quartiere e ai cittadini che vi transitano, ma complica decisamente la viabilità in quanto appesantisce anche la circolazione nella via Nazionale”. Il tutto, va aggiunto, è ulteriormente aggravato dal protrarsi della chiusura del ponte che collega Furci a Roccalumera, che obbliga gli automobilisti ad entrare in paese e percorrere parte della Statale e del lungomare per raggiungere Roccalumera o l’imbocco dell’autostrada.
“Troviamo ingiustificato – sostengono i firmatari – che gli abitanti del quartiere per raggiungere il centro del paese deb¬bano percorrere un giro che ci porta all’attraversamento di due incroci pericolosi, e a volte fare an¬che venti minuti di fila sulla strada Nazionale, quando tutto ciò può essere evitato percorrendo non più di cinquanta metri”.
Se l’amministrazione ritiene che le nostre richieste non possano essere esaudite – conclude il documento – si chiede al sindaco di Furci di partecipare ad un confronto attraverso una pubblica assemblea con tutti i cittadini firmatari della petizione. 

Leave a Response