Nizza, 150 cittadini chiedono la chiusura del mercato

NIZZA DI SICILIA – Oltre 150 cittadini di Nizza di Sicilia hanno chiesto con una petizione la chiusura del mercato quindicinale che si svolge sul lungomare, dal quartiere S. Giovanni fino all’altezza di piazza colonnello Interdonato. In alternativa, viene chiesto al sindaco Carmelo Rasconà, di spostare la fiera in un’altra zona del paese, in modo da non creare disagi alla viabilità e, soprattutto, con tutti i requisiti previsti dalla legge. Nella petizione, i cittadini fanno rilevare che non esiste alcun presidio igienico-sanitario (il riferimento è ai bagni pubblici) a supporto dello stesso mercato. Succede infatti, che in mancanze dei bagni, gli espositori si arrangino alla meno peggio utilizzando sacchetti di plastica, che vengono lasciati sul lungomare o nelle zone adiacenti. Altra lamentela riguarda il parcheggio selvaggio nella giornata di mercato, anche laddove esiste regolare passo carrabile, impedendo così ai residenti l’accesso ai garage. I riflettori vengono poi puntati sull’enorme mole di rifiuti che campeggiano sul lungomare al termine della giornata di mercato, con evidenti disagi per la raccolta. Infine, i problemi legati alla viabilità che, nonostante l’impegno dei vigili urbani, rimane cautoica, con ripercussioni anche sulla centralissima via Umberto I. Di qui le richieste avanzate all’amministrazione comunale, chiamata adesso a dare delle risposte concrete ed immediate su una questione ormai divenuta insostenibile.

 

Nel tg90 del 19 giugno ampio servizio con immagini.

Leave a Response