Di Pietro, per il Ponte di Messina mancano i soldi

I sindacati “hanno preso atto che mancano i fondi” e “che prima di collegare le due sponde con un ponte, bisogna avere le infrastrutture e le strade che arrivano alle sponde”. Ad affermarlo, a Roma, è il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, rispondendo a chi gli chiedeva se il leader della Cisl, Raffaele Bonanni e quello della Uil, Luigi Angeletti, fossero stati convinti sulla non fattibilità del Ponte sullo Stretto di Messina, al termine dell’incontro con i sindacati Cgil, Cisl e Uil, sulla situazione delle infrastrutture del Paese.

Leave a Response