Messina, giornalisti russi ricevuti dal sindaco

MESSINA – Il sindaco, Francantonio Genovese, ha ricevuto stamani a palazzo Zanca una delegazione di quattro giornalisti della Federazione Russa. In vista di intese operative e culturali con l’Ambasciata e con il Governo russo, la delegazione è giunta a Messina per iniziativa del sindaco Genovese e del presidente della Provincia regionale, Salvatore Leonardi, per documentare al pubblico russo la realtà del territorio peloritano. I giornalisti Elena Kovalenko, capo servizio dell’Agenzia Ria Novosti, Romanov Petre, editorialista della stessa agenzia, Sergey Startsev, direttore della Ria Novosti per l’Italia, Nikolay Miroshnik, vicedirettore del quotidiano Gudok, ospiti a Taormina per il Filmfestival, che si svolgerà sino al 25 giugno, in questi giorni avranno incontri culturali e con realtà produttive del territorio per approfondire il rapporto di amicizia tra Messina e la Russia, ed anche per futuri scambi turistici verso la Sicilia. In tale quadro oltre che Comune, Provincia regionale e Taormina Arte è partner dell’iniziativa anche l’Alitalia. Nel corso della visita Genovese ha ribadito il legame affettivo tra Messina e la comunità russa ed ha evidenziato le peculiarità del territorio dal punto di vista turistico, imprenditoriale e culturale. Al termine dell’incontro il sindaco di Messina ha donato ai quattro giornalisti volumi sulla città e la riproduzione di alcune stampe d’epoca. Subito dopo la delegazione della stampa russa si è recata a palazzo dei Leoni per un incontro con il presidente Leonardi, mentre nel pomeriggio effettuerà una visita ai cantieri navali e domani visiterà il pilone di Torre Faro e gli impianti sportivi del Comune e della cittadella universitaria. L’iniziativa si inserisce nei consolidati rapporti di amicizia tra Messina e la popolazione russa, rinverditi a febbraio scorso, in occasione della sosta nel porto di Messina di un gruppo navale della flotta del Mar Nero della Marina militare russa, che ha partecipato alla commemorazione dell’intervento di soccorso che gli incrociatori Makaroff e Bogatyr e le corazzate Slava e Tzésarévitch, prestarono all’indomani del sisma del 1908. Durante le manifestazioni promosse, cui ha partecipato il Ministro della Difesa della Federazione Russa, Sergey Ivanov, e l’Ambasciatore e plenipotenziario della Federazione Russa nella Repubblica Italiana, Alexey Meshkov, è stata scoperta la lapide commemorativa poi posta nel viale della Marina Russa a Camaro. L’intitolazione della strada, ha ribadito la considerazione di Messina per la valenza dei soccorsi forniti dalla Divisione navale orientale, che nelle prime tragiche ore successive al terremoto del 28 dicembre 1908, prestò i primi generosi aiuti alla popolazione. Il lusinghiero risultato di quelle manifestazioni, l’esito degli incontri istituzionali e la grande attenzione della comunità messinese, hanno indicato l’esigenza di approfondire ulteriormente i contatti tra Messina e la Russia, anche in vista degli eventi celebrativi per il Centenario del sisma, che si svolgeranno tra due anni. Proprio nei giorni scorsi, il sindaco Genovese ha partecipato a Roma, in rappresentanza della città di Messina, al ricevimento a villa Abamelek, sede in Italia dell’Ambasciata della Federazione Russa, in occasione della Festa nazionale.

Leave a Response