Alì Terme. Il pericolo corre sulla spiaggia

ALI’ TERME – Ancora un primato, ovviamente in negativo per Alì Terme. Dopo il record stabilito dall’amministrazione comunale che ha impiegato ben quattro mesi per sistemare un muretto di qualche metro sul ponte del torrente Alì, gli aliesi, grazie sempre all’insipienza e al menefreghismo dei loro amministratori, hanno nel frattempo stabilito un altro record, degno di essere registrato nel guinnes dei primati. Parliamo dei quattro tondini di ferro che spuntano dal muro di contenimento del lungomare all’altezza di piazza Nino Prestia. Ferri che si trovano in quella posizione da alcuni anni e che costituiscono una sorta di arma letale ma che nessuno si è premurato a far eliminare. Eppure ci vorrebbe un semplice flex per scongiurare il pericolo. Insomma, un lavoro di qualche minuto. Un’altra vergogna quei ferri arrugginiti che fanno bella mostra di sé. E nelle vicinanze domina la sporcizia. Altro che parlare di turismo. Eppure  ad Alì Terme qualcuno ha il coraggio di farlo.

Leave a Response