Rally Phoenix, domani a Nizza le operazioni di verifica

S. TERESA DI RIVA – Spettacolo annunciato al 3° Rally Phoenix Taormina e Comprensorio Jonico, la 3^ gara del campionato di Coppa Italia, organizzata dal Team Phoenix di S. Teresa di Riva e dal Favara Rally Team nei giorni 26 e 27 maggio prossimi.
La gara jonica vanta anche per l’edizione 2006 un elenco iscritti con tutti i nomi più noti del panorama automobilistico siciliano, a bordo di un folto gruppo di vetture accreditate per la vittoria finale.
A partire per prime saranno le tre potenti Super 1600 ed in particolare ad aprire lo spettacolo sarà il santateresino alfiere Phoenix Franco Foscolo, protagonista assoluto delle precedenti edizioni, che esordirà alla guida di una Fiat Punto Abarth curata dalla Lombarda Speed Rally, sulla quale sarà affiancato dal concittadino Giuseppe Sparacino. Il temibile pilota messinese di Gioiosa Marea Carmelo Molica ed il santangiolese Tino Pintaudi disporranno della Renault Clio S1600 della Turbocar con i colori del Messina Racing Team, mentre su vettura gemella con preparazione del piemontese Team D’Ambra, sarà il locale rientrante Giuseppe Torre affiancato da Agatino Cafeo.
Mitsubishi Lancer EVO VIII Pro Race per il saccense della Phoenix Calogero (Pino) Sicilia ed il messinese di San Pier Niceto Massimo Cambria; versione EVO VII della vettura giapponese dei tre diamanti, curata dalla Ferraro Corse, per l’alcamese Mauro Cacioppo affiancato dall’agrigentino Gerlando Montana Lampo. Alfiere della Scuderia Ateneo sarà il palermitano Franco Granata con la sua Subaru Impreza Sti sulla quale sarà navigato dall’esperto Franco Chambeyron. Presente anche l’Opel Calibra 4×4 che il Messina Racing Team ha affidato per l’occasione al direttore tecnico Giovanni Bonafede in coppia con Ernesto Angelino.
Folta la pattuglia delle vetture di classe fino a 2000 cc. del gruppo A dove svettano i nomi del vincitore dell’edizione d’esordio della gara, il locale Antonino Stracuzzi affiancato per l’occasione da Domenico Sturiale sulla Renault Clio Williams del Team D’Ambra, mentre l’agrigentino di Favara Giuseppe Patti sarà navigato da Claudio Bosco sulla Clio made in Turbocar, come la gemella sulla quale saranno in gara gli altri agrigentini di Aragona Pietro Tirone e Salvatore Salamone, stessa vettura per i ragusani della Jolly Tecno Mario Scrivano e Piero Assenza. Tra i più accreditati oppositori alla pattuglia Renault figurano gli alcamesi Mariano Bruno e Vincenzo Amato sulla Opel Astra GSI.
Nella classe fino a 2000 cc. del gruppo N risaltano tra gli altri, i nomi dell’alcamese Pier Luigi Trupiano che dividerà la sua Renault Clio Williams – Ferrara Motors, con il locale Roberto Mignani, versione RS della Clio che il Nizzardo Bruno Briguglio, vincitore lo scorso anno, dividerà con la figlia Gigliola; vettura gemella per Giuseppe Scibilia che avrà al fianco Maurizio Messina. Sulle Peugeot 206 vi saranno i cugini omonimi Giuseppe Grillo di Rometta Marea ed il messinese Maurizio Bruno navigato da Roberto Lo Schiavo.
Molti anche quest’anno i giovani piloti che hanno scelto il Rally Phoenix per esordire in gara.
Cresce l’attesa per la gara jonica che entrerà nel vivo venerdì 26 maggio con le operazioni di verifica nella mattinata, sul lungomare di Nizza di Sicilia. Cerimonia nello stesso luogo a partire dalle 18. Dopo la pausa notturna i concorrenti riprenderanno la gara alle 7,31 di sabato 27, alla volta di 9 prove speciali, 3 da percorrere altrettante volte: “Nizza – Fiumedinisi”, “Santa Teresa – Savoca” e “Limina”, quest’ultima sarà denominata “Casalvecchio” al 3° passaggio. Tre i parchi assistenza , come i riordinamenti, 64,69 i Km di prove speciali sui 254, 73 di percorso di gara. Traguardo sempre sul caratteristico lungomare nizzardo a partire dalle 18.

Leave a Response