Fiumedinisi. Scontro comiziale De Luca-Todaro

FIUMEDINISI – Il sindaco di Fiumedinisi, Cateno De Luca, trova anche il tempo di fare politica comunale nonostante sia impegnato in prima persona nella campagna elettorale per le Regionali. E nel rispondere a quanto detto dal suo avversario Gino Todaro in un comizio in piazza San Pietro, De Luca ha annunciato, tra l’altro, che ritirerà la delega all’assessore ai Lavori pubblici Nunziato Cascio perché ha ‘’preso altre strade che non condiviamo’’. E non ‘’condiviamo più neanche il tuo modo di fare’’ ha aggiunto De Luca rivolgendosi a Cascio, che sarà sollevato dall’incarico il giorno dopo la conclusione delle elezioni regionali. Todaro e De Luca si sono ‘’sfidati’’ a suon di accuse in una piazza gremita, con gente che è arrivata financo dai paesi vicini. E in un passaggio del suo discorso, De Luca (che ha preso la parola dopo l’intervento di Todaro)  ha invitato sul palco l’ex primo cittadino che si è limitato ad avvicinarsi a De Luca il quale gli ha stretto la mano e passato il microfono affinché potesse replicare. Un gesto che ha strappato gli applausi dell’uditorio. De Luca, infine, ha invitato Todaro ad un confronto pubblico, eventualmente da concordare  Dunque, ormai scontata la revoca del mandato all’assessore ai Lavori Pubblici Nunziato Cascio. ”Una decisione da prendere, non più rinviabile”, ha puntualizzato De Luca, ”visto che i toni dello scontro verbale si sono inaspriti” in quest’ultimo periodo. E lo dimostra il fatto della botta e risposta tra il sindaco e Gino Todaro, che ha difeso Cascio. Nella maggioranza, la presa di posizione dell’assessore ha creato non pochi problemi e ciò non ha favorito di certo un terreno ideale sul quale imbastire un chiarimento interno, tanto che Cascio ha preferito spiegare le sue ragioni preferendo al dialogo un manifesto murale.

Leave a Response