A giudizio 5 marocchini residenti a Furci e S. Teresa

FURCI SICULO – Il Gip Arena ha rinviato a giudizio 5 marocchini residenti a Furci Siculo e S. Teresa di Riva, con l’accusa di tentato omicidio, violenza sessuale, ingiurie, minacce  e porto abusivo di armi. I fatti contestati risalgono al 2003, quando la giovane donna di un marocchino, residente da oltre un decennio a S. Teresa di Riva, sarebbe divenuta oggetto di attenzioni morbose e violenza. Dopo la denuncia e l’arresto del presunto molestatore, alcuni suoi parenti avrebbero organizzato una spedizione punitiva contro il marito, consumatasi nella villa comunale di Furci.  Le due vittime, assistite dall’avvocato Massimo Principato, si sono costituite parte civile.

Leave a Response