Taormina. Altra fumata nera di ”Insieme per Taormina”

TAORMINA – Ore di febbrili manovre in vista delle elezioni amministrative dell’11 e 12 giugno a Taormina. Ieri sera al termine di un confronto tra le forze politiche ed i movimenti firmatari dell’accordo politico dello scorso febbraio, i Democratici di Sinistra, La Margherita, Rifondazione Comunista e l’Associazione Nuova Politica hanno deciso di presentarsi alle elezioni amministrative del prossimo 11 giugno, riuniti nella coalizione Unione Democratica esprimendo unitariamente la candidatura a Sindaco dell’architetto Antonella Garipoli. Base dell’accordo politico sottoscritto è “la condivisione – si legge in una nota – di valori incentrati sul principio di legalità ed articolati secondo il criterio della responsabilità politica, che impone di respingere  facili suggestioni trasformistiche e consociative”.
Tra le fila di Progresso Taominese, la coalizione civica che punta per la sindacatura su Mauro Passalacqua e che vede l’apporto di varie forze della città svincolate dalle sigle di partito, prosegue a ritmi serrati la predisposizione dei vari passaggi per la formulazione delle liste e la definizione degli ultimi dettagli inerenti la stesura del programma amministrativo.
Resta invece ancora insoluto il nodo riguardante la travagliata scelta definitiva, tra diversi pretendenti, per il candidato sindaco che correrà alla guida di Insieme per Taormina. Non è servita a dirimere la problematica una ennesima riunione dei gruppi svoltasi giovedì sera a Trappitello. Sembra profilarsi un testa a testa tra i nomi di Bruno De Vita e Salvo Cilona. Più staccati seguono Carmelantonio D’Agostino e Claudio Ambrogetti, mentre sembra tagliato fuori dalla contesa Eligio Giardina. Questa sera nuove consultazioni. La giornata di domani, sabato, potrebbe essere quella decisiva per l’ufficializzazione del nome o si determinerà forse un altro rinvio.
Infine, si registra ore una quarta e particolare candidatura per il Comune, quella di Nino Strano.  Il parlamentare catanese da diversi anni, ormai, aspira ad una scalata politica alla città di Taormina. Di questa voce si parlava dunque a corrente alternata da molto tempo, adesso nelle scorse ore è diventata ufficiale.

Leave a Response