Messina. Mafia: I carabinieri arrestano 9 esponenti di due clan

MESSINA – Hanno smantellato un’organizzazione mafiosa con l’arresto di 9 esponenti di due clan che dirigevano dall’interno del carcere di Gazzi il racket delle estorsioni, il traffico di sostanze stupefacenti e che, financo, avevano commissionato anche un omicidio. Nel corso dell’operazione gli uomini del reparto operativo dell’Arma oltre che ad impedire l’omicidio sono anche riusciti a recuperare l’arma che sarebbe servita al killer. Le indagini sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) di Messina. Con l’arresto di Rosario Abbate, avvenuto la notte scorsa a Messina, si è chiuso dunque il cerchio dell’operazione ‘Ricarica’ che ha permesso di fare luce su come i capi cosca dirigevano i clan dal carcere messinese. Sono finiti in manette sabato scorso Giuseppe Galli, Vittorio Stracuzzi, Alessandro Fusco e Francesco D’Agostino, tutti accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso e possesso d’armi, poi è stata la volta di Gaetano Barbera, Daniele Santovito, Salvatore Irrera e giovedì scorso si era costituito Francesco Costa.

Leave a Response