Il presidente Pietro Franza disposto a cedere la squadra

MESSINA – Non è ancora tutto perduto, sostengono i tifosi messinesi, che credono nella permanenza in Serie A. La speranza è l’ultima a morire ma chi vive di speranza, spesse volte, disperato muore, come recita un detto popolare. Domenica si va a Reggio Calabria per un incontro da ultima spiaggia per la squadra messinese. Se si perde si va dritti in B. Ma al ‘’Granillo’’ non sarà vita facile anche perché la Reggina è impelagata nella corsa a non retrocedere e in caso di sconfitta si complicherebbe maledettamente la vita se si considera che nelle ultime due partite che rimangono dovrà far visita alla Juventus e alla Fiorentina, entrambe con grossi interessi di classica: i bianconeri per lo scudetto e i viola per la coppa Uefa. Il Messina, dopo Reggio, invece riceverà al San Filippo l’Empoli e nell’ultima gara sarà impegnato a Palermo, ormai fuori dalla corsa per un posto in Europa. Il presidente giallorosso Pietro Franza dice che ‘’ce la giocheremo fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. Per i consuntivi di fine stagione, le critiche e gli attacchi alla società, c’è sempre tempo. In questo momento – sostiene Franza – è inutile parlare degli errori, pensiamo piuttosto a salvarci, poi faremo i conti. L’ho detto ieri e lo ribadisco: il gruppo Franza andrà avanti nel calcio anche nella prossima stagione, a prescindere da quale sarà la categoria’’. Ma poi il massimo responsabile del Messina lancia una sorta di appello nel momento in cui dice: ‘’se c’è qualcuno interessato al Messina, che si faccia avanti”. Il che sta a significare che è pronto a passare la mano. Insomma, a cedere la squadra.

Leave a Response